Indice delle borse di studio finanziate dal C.E.S.U.

Borsa di studio "Erasmo da Rotterdam" 2016

Borsa di studio "Erasmo da Rotterdam" 2015






Anche per l’anno 2016, come per il 2015, il Centro di Studi Umanistici Erasmo da Rotterdam di Torino ha provveduto a finanziare, per il medesimo importo dello scorso anno di euro 23.000, presso l’Università di Bari, Dipartimento di Lettere Lingue Arti, Italianistica e Culture comparate, il rinnovo (terzo) di un assegno di ricerca in Filologia umanistica vinto per concorso nel 2013 dalla dott.ssa ELISA TINELLI, nata a Fano il 7 settembre1986, dottore di ricerca in Italianistica (è di prossima pubblicazione la sua ponderosa tesi di dottorato sul dialogo umanistico De optimo genere degende vite del monaco camaldolese Girolamo Aliotti), allieva del prof. Davide Canfora, ordinario di Filologia italiana nell’Università di Bari.

Nell’ottica della continuità con l’attività di ricerca erasmiana finora svolta dalla Tinelli, che ha già pubblicato alcuni saggi sul grande umanista, ha tradotto e commentato una ricca selezione di Adagia (all’interno di un volume curato da D. Canfora, Adagia di guerra pace saggezza follia, Palermo, Sellerio 2013) e ha edito con traduzione (la prima in italiano) e commento il Panegyricus ad Philippum Austriae ducem (Bari, Cacucci 2014), il tema di studio prescelto per l’anno 2015 ha riguardato la risonanza e la variegata fortuna di un’altra opera dell’umanista olandese, il dialogo Ciceronianus, importante scritto del 1528, in cui è denunciata la povertà, stilistica e spirituale, del ciceronianismo. Erasmo aveva polemizzato contro l’imitazione pedissequa di Cicerone – che, oltre ad essere, a suo giudizio, inutile e anacronistica, conduceva pure ad una rinnovata forma di paganesimo, celata dietro il culto fanatico di Cicerone, appunto, e dell’antico in genere – e aveva proposto una teoria dell’imitazione eclettica, fondata sui princìpi del decorum e dell’aptum e resa legittima, a suo giudizio, solo se i materiali tratti dal modello ciceroniano si integrino perfettamente nei nuovi e moderni testi: di questa importante opera erasmiana è in fase di avanzata elaborazione l’edizione, curata da Francesco Bausi, Davide Canfora e, appunto, Elisa Tinelli, edizione che, insieme ad altre tre, nel 2016 inaugurerà la Corona Patrum Erasmiana di questo Centro e dell’Editore Loescher di Torino.

Per il 2016 la Tinelli continuerà le sue ricerche erasmiane dedicandole in particolare al dibattito suscitato tra i dotti dell’epoca dalla pubblicazione del Ciceronianus. Diversi letterati e intellettuali intervennero a sostenere o rigettare la proposta dell’umanista olandese: tra questi è da annoverare l’enigmatica figura del milanese Ortensio Lando, l’inquieto eremitano di S. Agostino e, in seguito, transfuga dal suo Ordine che dedicò la sua prima opera nota, il Cicero relegatus et Cicero revocatus. Dialogi festivissimi (1534) alla questione dell’imitatio ciceroniana e alla (garbata) polemica antierasmiana. Del testo in questione la Tinelli fornirà la prima edizione critica, corredata di introduzione, traduzione e commento.


Torino 10 / 10 / 2015

                                                                             Il Presidente
                                                           del CESU " Erasmo da Rotterdam "
                                                                      Prof. Renato Uglione











contattaci:   info@cesutorino.it







visite al nostro sito




elaborazione grafica a cura di Davide Canavero - 2019